AROUND

Monteviasco, una gita perfetta

alla scoperta di un luogo magico

Monteviasco è una frazione del comune di Curiglia, in provincia di Varese.

Si tratta di un piccolo borgo montano raggiungibile in questo momento soltanto a piedi. Sino allo scorso anno era in funzione una funivia ma dopo un tragico incidente purtroppo è stata chiusa, sino a data da stabilirsi.

Arrivarvi in macchina o in bicicletta è impensabile perchè la strada è in salita e formata da ben 1200 gradini in mezzo al bosco. Qualcuno dice che i gradini siano 1400. Io non li ho mai contati e posso solo dire che sono tanti e che c’è una bella pendenza.

Per raggiungere la cima ci vuole circa un’ora ma se siete sportivi e allenati (e indossate le scarpe adatte ad affrontare quei gradini non proprio uniformi) potete impiegarci anche meno.

La fatica della salita viene comunque ampiamente ripagata una volta giunti al borgo. Ci si ritrova in un luogo antico, con case costruite in pietra, sui muri si possono ammirare diversi dipinti e il panorama è davvero stupendo.

Si respirano un’ aria di altri tempi e una tranquillità rara.

Ogni anno d’estate vado a fare una gita a Monteviasco. L’ideale è scegliere una bella giornata, in modo da poter passeggiare per il borgo e ammirarne ogni scorcio.  Non come quest’anno che pur avendo visto che il cielo non prometteva nulla di buono abbiamo voluto rischiare lo stesso.

E infatti a metà salita ha iniziato a piovere e nonostante avessimo i kway siamo arrivati in cima completamente fradici, ma data l’acqua in quel momento era meno rischioso proseguire la salita piuttosto che tornare indietro.

Monteviasco
..quando stava per arrivare la tempesta…

Raggiunto il borgo, abbiamo trovato ristoro al bar ristorante Barchet, dove abbiamo bevuto un buon bicchiere di prosecco e dato che il tempo sembrava non voler migliorare, abbiamo deciso di fermarci anche per pranzo.

 

Il locale propone piatti preparati con prodotti locali e con prodotti fatti in casa.

Per iniziare ci hanno portato un piatto con assaggi di formaggi, molti prodotti in zona con una mostarda fatta in casa, così come era fatto in casa anche il delizioso pane. Il tutto accompagnato da un piatto di verdure.

antipasti a Monteviasco
 

antipasti a Monteviasco

Come primo abbiamo ordinato i pizzocheri e un risotto con pesto di menta e fonduta di formaggio locale

antipasti a Monteviasco

 

pranzo a Monteviasco

Per finire ci hanno deliziati con degli amari fatti in casa e ho avuto occasione per rivalutare la cannella, che non amo molto.

Il liquore arancia e cannella era veramente fantastico.

Monteviasco

 

Abbiamo chiesto quando abitanti ci sono oggi a Monteviasco e ci hanno detto che sono quattro fissi più tre che vanno e vengono.

Da quando non è più in uso la funivia il borgo rimane ancora più isolato di quanto già non lo fosse prima e mi rendo conto che scegliere di vivere lì possa essere una scelta piuttosto estrema.

Non tutti se la sentono di affrontare la salita a piedi, soprattutto le persone anziane o se si è con bambini (io da piccola odiavo camminare e ogni dieci minuti chiedevo quanto mancava ad arrivare).

Purtroppo quest’anno non abbiamo avuto modo di fermarci a lungo perchè non appena ha smesso di piovere e si è intravisto un raggio di sole abbiamo reputato fosse meglio scendere.

E meno male perchè poi il temporale è stato ancora più forte di quello che c’era stato in mattinata.

Prima di riprendere la macchina vi consiglio di fare una passeggiata anche a Piero, una frazione del comune di Curiglia e che si trova proprio ai piedi di Monteviasco. 

Si tratta di un piccolo villaggio con pochi abitanti, dove si possono ammirare le sue cascate, i suoi vecchi mulini, ormai abbandonati e animali al pascolo.

È un’escursione adatta a chi ama camminare e ritrovare un po’ di pace e di contatto con la natura.

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata

Ti potrebbero interessare anche

Most Popular

error: Content is protected !!