gnudi di ricotta e spinaci
Primi  RICETTE

Gnudi di ricotta e spinaci, una ricetta toscana

di un primo che riesce a conquistare tutti

Gli gnudi sono una sorta di gnocchi (un po’ più grandi dei classici gnocchi a dire il vero) a base di spinaci e ricotta. Delle piccole polpette insomma che vengono fatte prima bollire pochi minuti e poi rosolate in burro e salvia.

Si chiamano gnudi perchè si tratta del ripieno dei ravioli di magro senza però l’involucro di pasta. Oh almeno, così dicono diversi blog tipo questo.

Si tratta di una ricetta poco conosciuta (io non ne avevo mai sentito parlare) rispetto alle ricette toscane più note come ribollita o cacciucco e sono stata proprio contenta di averla scoperta.

Gli gnudi sono relativamente veloci da preparare e il food costing direi che è ridotto ai minimi termini perchè si tratta di un piatto povero.

Per preparare circa una ventina gnudi vi occorrono:

  • 250 gr di ricotta
  • 350 gr di spinaci
  • 1 uovo
  • circa 50 gr di farina (io ho usato quella di farro)
  • 30 gr di parmigiano grattugiato
  • noce moscata
  • sale

Mettete la ricotta a scolare in uno scolapasta.

Lavate gli spinaci e fateli sbollentare qualche minuto in acqua salata. Lasciateli a scolare e fate in modo che perdano tutta la loro acqua. Tritateli e fateli saltare a fiamma vivace un paio di minuti in una padella con uno spicchio di aglio e un goccio di olio.

Eliminate lo spicchio di aglio e unite la ricotta e gli spinaci in una ciotola. Aggiungete il parmigiano, l’uovo, il sale e una grattugiata di noce moscata. Amalgamate gli ingredienti e aggiungete poco per volta la farina.

L’impasto non deve risultare troppo sodo.

Fate riposare l’impasto per un’oretta in frigorifero (non è un passaggio obbligatorio ma secondo me è meglio).

Formate ora delle piccole polpette. Portate a ebollizione una pentola di acqua, salatela e versatevi un goccio di olio per evitare che gli gnudi si attacchino durante la cottura.

Gettate nell’acqua gli gnudi poco per volta e nel frattempo fate fondere 60 gr di burro con un cucchiaio di olio e qualche foglia di salvia.

Scolate gli gnudi e fateli rosolare qualche minuto nel burro (a me piace che si abbrustolisco un po’)

Conditeli con del parmigiano.

Se volete ridurre le calorie potete semplicemente scegliere di condirli con un buon sugo di pomodoro.

gnudi di ricotta e spinaci
gnudi di ricotta e spinaci

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata

Ti potrebbero interessare anche

Most Popular

error: Content is protected !!