cervo, borgo medioevale
SCATTI

Cervo, un borgo assolutamente da visitare

Oggi vi porto in provincia di Imperia

Ci sono dei posti meravigliosi in Italia dei quali molte volte non siamo neppure a conoscenza della loro esistenza. L’Italia si vende male, su tanti fronti e in particolare su quello del turismo.

Cervo è inserito tra i borghi più belli di Italia e basta visitarlo per capirne il perchè.

Conta circa un migliaio di abitanti e si tratta di un borgo medioevale a ridosso del mare.

Le sue scalinate, le sue viuzze e i suoi scorci lasciano a bocca aperta. Qui il tempo sembra essersi fermato. Ha voluto preservare in tutto e per tutto la sua vera essenza.

Mentre in posti come Tokyo mi è capitato di dire addio al passato per sentirmi catapultata nel futuro, qui dico addio al futuro per ritrovarmi nel passato.

Ci sono piccole botteghe artigianali, bar dove poter bere un caffè o un aperitivo con vista mare, ristoranti che propongono cucina tipica. Il centro storico è raggiungibile solo a piedi, si può salire sino in cima con la macchina ma a meno che non siate persone anziane o che abbiate problemi particolari non salire a piedi è un vero sacrilegio.

Posso assicurare che la fatica verrà ripagata con una vista mozziafiato

cervo, piccolo borgo medioevale

cervo, piccolo borgo medioevale

I vicoli sono stretti e pieni di fascino. In primavera ed estate sono un’esplosione di colori.

cervo, piccolo borgo medioevale

 

La sua Chiesa in stile barocco, detta anche Chiesa dei corallini in onore dei pescatori di coralli che contribuirono alla sua realizzazione, è il simbolo del paese. E anche se non si è credenti merita assolutamente una visita al suo interno.

cervo, piccolo borgo medioevale

Ho sempre visitato Cervo in estate e per pochi giorni. Ora che ho la possibilità di viverla un po’ di più mi piace farle una visita tutti i giorni. A volte parto di corsa da casa e arrivo in cima, più in cima rispetto al classico punto turistico. La salita è ripida, mi chiedo chi me lo fa fare ma quassù ritrovo la pace dei sensi.

Riprendo il fiato, mi fermo un attimo a pensare, osservo il mare. E poi scendo, con calma.

cervo, piccolo borgo medioevale

Il mio consiglio dunque: arrivate a Diano Marina, cittadina con un po’ di movida e una piacevole area pedonale con bar, ristorenti e negozietti. Passeggiate lungo mare e raggiungete San Bartolomeo. Ci vorranno venti-venticinque minuti e fate una pausa bagno. Se Diano può vantare la movida, San Bartolomeo può vantare delle belle spiagge e un mare incantevole.

Da San Bartolomeo a Cervo è circa un km. Salite, perdetevi per un attimo tra le sue stradine e nelle sue botteghe e fermatevi a fare un buon aperitivo o a pranzare in uno dei suoi localini che offrono cucina tipica ligure.

Se poi non avete voglia di ritornare a piedi, beh le corriere esistono ancora.

Negli ultimi anni a Cervo hanno aperto diversi b&b e si può sempre scegliere di trascorrere un week end romantico in questo splendido borgo.

Non ditemi che non vi ho fatto venire voglia di visitarlo!

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata

Ti potrebbero interessare anche

Most Popular

error: Content is protected !!